Lou Dalfin, Lo Viatge

 

Baracca & Burattini, 1998

 

E' un disco sicuramente appassionante e dai ritmi molto vari: dalle adrenaliniche "seguida" di rigodon e di curente nella parte iniziale si passa alla calma della canzone "Lo viatge", il cui testo narra dei percorsi dei contrabbandieri che attraversavano le alpi marittime per raggiungere Nizza. Bella la concezione grafica di Stefano Piccardo e suggestivo l'ex voto di copertina (se di ex voto si tratta) di cui non si hanno per˛ informazioni. La foto in B/N del gruppo di Gedda (chi era costui?) non Ŕ granchÚ. Elegante e chiaro invece il resto dell'impaginazione.

 

Tracks:
1. Seguida de Rigodons: I Ruban (Berardo) / Roncicoronci (Berardo) / Venez, venez (Berardo)
2. Chan d'abandon (Simondi - Berardo) / Gando (Berardo)
3. Set Saut (tradizionale)
4. Seguida de Corentas: D'parant (tradizionale) / Gran Dio (tradizionale) / De P÷i de Pomaret (tradizionale)
5. Bel jovenet (Berardo)
6. Lo Viatge (Berardo)
7. Danšum (Berardo)
8. Seguida de Boreias: Las olanhas (tradizionale) / Lo serioc (Berardo)
9. Chanson di Esposas (tradizionale)
10. Se chanta (tradizionale)
11. La frema lorda (tradizionale)
12. Granda Aiga (Berardo)