Breizharock, Eskemm

CD Coop Breizh - CD BZHR02 DB10 (2013)

“Eskemm” (che in bretone significa “scambio”) è il secondo album del progetto Breizharock, ideato da Cédric le Bozec. Senza dubbio è un lavoro straordinario: le composizioni sono di ottima qualità e l’album, anche dopo ripetuti ascolti, non stanca mai, come se si sviluppasse secondo un naturale percorso, un’unica melodia che ci accompagna verso un intenso finale. L’obiettivo di far collaborare una “bagad” con alcune, forti individualità della scena musicale bretone. Una “bagad” è una formazione, generalmente numerosa, di musicisti tradizionali che suonano bombarde, biniou e percussioni, e che si trovavano in questo caso a dialogare con artisti del calibro di Soig Siberil (chitarra), Pat O’May (chitarra elettrica), Jean Marc Illien (tastiere), Xavier Soulabail (basso) e Frédéric Moreau (batteria). Cédric, come un direttore d’orchestra,  dialoga con i diversi artisti per concordare gli arrangiamenti. Ne risulta un live di grande intensità, uno spettacolo nel quale alternativamente la “bagad” va dietro i solisti per poi riemergere in primo piano. Importante è anche segnalare anche il qualitativo lavoro di Jannick Reichert e di Patrice Marzin in fase di registrazione e di mastering.


"Eskemm" (which in Breton language means exchange) is the second album of the project Breizh a Rock, created by Cedric Le Bozec. Without any doubt the work is extraordinary. The compositions are of excellent.The album, even after repeated listenings, never tires, as if it was created, according to a natural path, as one unique melody that takes us to an intense final. The purpose is collaboration between a bagad and some strong individualities of the Breton music scene. A bagad is a group, generally large, of traditional musicians playing bombards, biniou (Breton pipes) and percussions. The bagad converses here with Soig Siberil (guitar), Pat O'May (electric guitar), Jean Marc Illien (keyboards), Xavier Soulabail (bass) and Frédéric Moreau (drums). Cédric, as musical director, has talked with the different artists to come to an agreement on the arrangements. The result is a live of great intensity, a show in which alternatively, the bagad highlights soloists and soloists serve bagad game. It is also important to note the quality of the work of Jannick Reichert and of Patrice Marzin in the process of recording and mastering.

Tracks:
1. En ero (4:30) - 2. Red an noz (3:36) - 3. Loop the loop (4:07) - 4. In turn (4:26) - 5. Rien que pour toi (5:10) - 6. Mini Mino (3:30) - 7. Hadoù tan (4:19) - 8. Soul of meekness (3:18) - 9. Breizharock (4:49)