Tri Yann, Le Café du Bon Coin

Marzelle/Phonogram-Polygram Cassetta 814 276-4 - CD 814 276-2

L'attuale logo dei Tri Yann appare per la prima volta in copertina (realizzazione dello studio Jacques Combet). E' un album che alterna brani folk-rock (come "An tourter", sinceramente brutta) ad altri più tradizionali: in generale è un disco di transizione non sempre coerente nella proposta. Simpatica ma meno incisiva è anche l'idea di partenza, rappresentata nelle foto all'interno (Phonogram /Delorme) del "Café de bon coin": sono due foto, una molto antica e l'altra recente (la band è seduta ai tavolini), peccato che non si dica dove si trova il loocale.

 

Tracks.

Les programmeurs

La ville que j'ai tant aimée

Kan peoc'h

O'carolan's devotion

Irish dances

Kalonkadour

La ville de la Rochelle

An tourter

Irish coffee-abigail judge

Aventurou Marian (kendalc'h)

Chanson à boire

Complainte de Yuna madalen

Les chevaux du mene-bre