Tri Yann, Le Vaisseau de Pierre

Marzelle/Phonogram-Polygram Cassetta 834 724-4 - CD 834 724-2

Su un soggetto di Pierre Christin e Enki Bikal, questo album doppio racconta dei tragici avvenimenti causati da uno speculatore che intendeva costruire, sulle macerie del castello di Tréhoret, un abnorme centro turistico. E' uno dei più vibranti dischi dei Tri Yann, interessante e non banale anche negli arrangiamenti, frutto di un lavoro di ricerca ben documentato anche dal punti di vista bibliografico. La pochette a libro è molto bella, a partire dal disegno di copertina che rappresenta un vascello fantastico. All'interno una pagina di giornale fa da guida agli avvenimenti narrati. La registrazione dell'album, che si avvale di numerose collaborazioni, è avvenuto allo Studio des dames di Pargi, nei primi mesi del 1988.

 

Tracks Side 1:

Musik glaz - Digoradur, ouverture - L’abordage de l’Avelenn - Les matins de chagrin - With a bing tow row row - Reel de Louis Marie - L’ouverture du chantier - Sonerezh koz - Quiemboi

 

Tracks Side 2:

Gavotten nevez war sujet mouilc’hi tromilio - Un soir à Tréhoret - Klemnou a meleudi - Cantic war sujet an anaon - Chant des anciens

 

Tracks Side 3 :

Musik gwenn - Le plus dur  métier - Les préparatifs du démenagement - Kimiad eur paour kaez - Histoire du bateau blanc

 

Tracks Side  4 :

Kan bale ar re varo - Gwerz inimaginabl war disparti lestr a vaen - Les lambeaux de l’enfance - L’en dro vert